Amatori
Rivenditore Montana Rivenditore Vitra
Inaugurazione venerdì 1 dicembre 2017 dalle ore 18.00
a cura di Maria Lucia Ferraguti

La mostra sarà aperta al pubblico dal 2 dicembre al 27 gennaio 2018

Brandelli di memoria lasciati liberamente circolare attivano flussi di pensieri che Manuela Bedeschi trasforma in opere luminose. Il neon, il pennello di Bedeschi, traccia parole dalla grafia sciolta, genera scritte sospese nello spazio e disegna forme curvilinee nelle quali il percorso luminoso scorre simile a linfa di vita.
Ed è una circolazione sanguigno-tecnologica, resa da gas nobili contenuti in tubi dalle pareti colorate del tutto simile ad una pittura di immagini poste in risalto da rarefatti contrasti cromatici e fluidi giochi di volumi.
È il potere della luce rosso arancio, dalle “tonalità calde e vitali che possono parlare”, afferma Bedeschi nella sua libertà espressiva “di umanità vissuta positivamente”.

Maria Lucia Ferraguti, novembre 2017


TAYLORMADE, Fatto su Misura, è un termine sartoriale che qui, a Vicenza e in Piazza dei Signori, ha per me una doppia ed importante valenza. La prima, dal punto di vista artistico, sottolinea il costante riferimento al luogo che ospiterà le opere, con l’intento di trovare un preciso dialogo fra dove e cosa nel cercare una corretta intesa fra l’opera e il come la si espone. La seconda valenza, emozionale ed intima, riguarda la parte vicentina della mia vita ed i racconti familiari sulla sartoria del nonno che si trovava proprio in questa Piazza dei Signori, in posizione diametralmente opposta a quella della sede de L’Idea. Racconti di fatti così lontani da contare più anni di quelli della mia stessa vita. È la consapevolezza, ora, di frequentare la creatività con modi che riconosco essere anche di famiglia perché ricordano l’attenzione del lavoro sartoriale. Sono memorie che mi riavvicinano a persone vissute nella mia infanzia e poi perse, senza la possibilità di una frequentazione adulta. Per me, ora e qui, il ritorno ad emozioni dolcemente silenti.

Manuela Bedeschi, ottobre 2017

Manuela Bedeschi
Biografia
Nata a Vicenza, vive e lavora tra Verona e Bagnolo di Lonigo (Vicenza). Studi d’arte: diplomata in Scultura presso l'Accademia di Belle Arti G.B. Cignaroli di Verona, dove in seguito consegue anche il Diploma in Pittura; Accademia Estiva di Salisburgo, corso di arte concettuale tenuto da Roman Opalka e Gunter Uecker; vari corsi di grafica sperimentale presso la Scuola Internazionale di Grafica e il Centro Internazionale della Grafica di Venezia.
Cogestione per alcuni anni della Galleria Duomo di Verona, dal 2000, presso Villa Pisani Bonetti a Bagnolo di Lonigo, organizza visite didattiche, appuntamenti culturali, e mostre di Arte Contemporanea con il supporto dell’Associazione Culturale Villa Pisani Contemporary Art che presiede. È docente presso l’Università dell’Educazione Permanente di Verona con Laboratori di Pittura e Corsi di Storia dell’Arte.

Come artista da lungo tempo opera nel campo della scultura e della pittura, esponendo in mostre nazionali e internazionali prediligendo sempre più le installazioni e gli interventi “site specific”, sottolineando gli spazi con segni di luce.

Il neon, un tempo aggiunto ad altri materiali, è attualmente il suo mezzo espressivo principale, avendo indirizzato la sua ricerca artistica verso la commistione fra scultura e luce.