Amatori
Rivenditore Montana Rivenditore Vitra
La ricerca artistica di Simone Del Pizzol affonda le mani nella tradizione dada-surrealista intesa nell’ambito dell’elaborazione e superamento di ciò che assimila ed amplifica il nostro subconscio, passando dalle paure arcaiche fino alle manie più assurde. Tutto questo è affrontato con la dovuta in-coscienza, ottenendo spesso risultati non-sense che divertono e/o debilitano lo spettatore. Sedimento e decantazione: le sue opere seguono il ritmo lento della decomposizione, nel suo stratificarsi, mescolarsi e, talvolta con un soffio, dileguarsi. Sono strati di ricordi, suggestioni, elaborazioni di ciò che ha visto e vissuto e che, silenziosamente, si sono depositati sul fondo della sua esperienza.
Simone Del Pizzol, nato a Milano nel 1979, vive e lavora a Bovolenta, Padova. Pittore ed esponente della giovane incisione contemporanea italiana, ma anche fotografo e artista concettuale, sicuramente eclettico ed imprevedibile, si laurea con lode presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia ed espone le sue opere dal 2003.
Ha all’attivo un percorso espositivo pluriennale che l’ha portato dalla 54° Biennale di Venezia alla Design Library di Milano, dalla Triennale Mondial de l'Estampe de Chamalières (Francia) al progetto itinerante di Grafica d’Arte Coincidenze. Il tutto passando per mostre personali da Arkè a Venezia, Il Melone a Rovigo e Primo Piano a Vicenza. Collabora con la Stamperia d’Arte Busato di Vicenza. Ha inoltre contribuito alla realizzazione di opere architettoniche di Zaha Hadid e Kiki Smith nel contesto della rassegna di opere in neve e ghiaccio The Snow Show.

ENGLISH
Sediment and breaking down: Del Pizzol’s artworks follow the slow rhythm of the breaking down, in its stratification and its mixing, which sometimes vanish in a whisper. These particular stratifications are made of memories, suggestions, drafting of what the artist has seen and experienced, and which silently settled in his life.
Simone Del Pizzol, born in Milan in 1979, lives and works in Bovolenta (Padua). He is a painter and a representative of the young Italian engraving artists, but he also is a photographer and a conceptual artist, who is obviously eclectic and unpredictable. He graduated with onors at the Academy of Fine Arts in Venice and he has been exhibiting his works since 2003. He exhibited his works, inter alia, at 54° Venice Biennale, at the Design Library (Milan), at the Triennale Mondial de l’Estampe de Chamalieres (France) and at the itinerant exhibition of graphic art Coincidenze. He collaborated with world-renowned architects and artists (Zaha Hadid and Kiki Smith) and still participates in national and international competitions, where he stands for talent and creativity.